Gilberto Gil incanta Fabriano


Il piccolo grande uomo, solo con la sua chitarra. Gilberto Gil ha incantato Fabriano nel concerto gratuito di domenica sera al Teatro Gentile affollatissimo per omaggiare il grande artista brasiliano. L’evento, organizzato dall’associazione Deca nell’ambito delle iniziative legate a Fabriano Città Creativa, ha concluso la Residenza d'Artista di Gilberto Gil a Fabriano. Main sponsor dell'evento Ariston Thermo Group.

 Gilberto Gil in concerto a Fabriano Creativa per la Residenza d'Artista

 

Il piccolo grande uomo solo con la sua chitarra

Di solito quando si esauriscono i biglietti per un concerto si parla di “sold out”, tutto esaurito. Per Gilberto Gil ospite del teatro Gentile di Fabriano, è stato possibile coniare invece un nuovo termine: “free-out”. Sul concetto di rendere accessibile al maggior numero di persone la cultura, è tornata con forza Francesca Merloni durante la conferenza stampa che ha preceduto il concerto.

 

Incontro con Gilberto Gil e Massimo Cirri in Biblioteca a Fabriano

 All’incontro riservato ai giornalisti, hanno preso parte oltre a Gilberto Gil, Francesca Merloni, il sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola e Nicolas Moretti delegato di Buenos Aires città creativa UNESCO per il design. Per l’immensa fama di cui gode in tutto il mondo, Gilberto Gil è considerato il più grande artista brasiliano vivente.

Conferenza stampa con Gilberto Gil e delegato Buenos Aires Città Creativa Design

 

Un pezzo di storia

“Gil viene a condividere con noi un pezzo del tracciato che stiamo facendo” ha detto Francesca Merloni “la città ideale alla quale abbiamo tanto lavorato con l’UNESCO, si trasforma in città reale fatta di donne, uomini, sogni, concretezza. E’ tempo di incontrare l’arte e in particolare stasera l’arte di Gilberto Gil con il suo concerto coraggioso in una dimensione intima, domestica, sincera, intensa, spogliata da ogni sofferenza”.

Anche il sindaco di Fabriano nel portare il saluto della città, ha messo l’accento sulla possibilità di “cambiare pelle” per una comunità in piena trasformazione “da realtà industriale a realtà che produce cultura.” Un evento importante che si inserisce nelle attività legate a Fabriano Città Creativa UNESCO.

La filosofia contaminante di Poiesis ha avvolto la città, che grazie all’intervento di Ariston Thermo Group ha potuto assistere gratuitamente al concerto e all’incontro pubblico presso la biblioteca multimediale R. Sassi.

Conferenza stampa con Gilberto Gil, Francesca Merloni, Giancarlo Sagramola

 

Il tropicalismo

Gilberto Gil intervistato da Massimo Cirri (Rai Caterpillar) si è generosamente concesso alle domande che hanno fatto emergere l’umanità straordinaria dell’artista, già Ministro della cultura nel suo Paese e ambasciatore Fao. “Quando Lula mi ha chiesto di fare il ministro della cultura - ha detto Gil - il Brasile era in un momento di grande trasformazione. Lui voleva un governo del popolo, e così anche le arti dovevano essere popolari, cioè alla portata di tutti i brasiliani. Sono sempre riuscito a far coincidere le due cose, il fatto che fossi un musicista e il mio impiego pubblico. Lula mi concedeva un mese di ferie all’anno, e voleva che viaggiassi e mi “riempissi” di nuove esperienze, di nuove storie. Tutte cose che avrei portato con me al mio ritorno. E comunque durante il fine settimana ho sempre continuato a cantare ed esibirmi”. Creatore e alfiere del tropicalismo, deportato nel ‘68 in Gran Bretagna per ordine della dittatura militare, oggi Gil è un artista in continua evoluzione e perenne trasformazione.

“Con artisti come Cateano Veloso e Gal Costa, davamo fastidio ai militari. C’era la dittatura allora. Davamo fastidio perché volevamo rinnovare, portare nuove idee, venivamo visti come sovversivi. Ai militari tutto questo non piaceva, tutto ciò che rappresentava una novità e che quindi andava contro l’ordine prestabilito, era destabilizzante per loro. I militari, o comunque una dittatura, hanno sempre avuto paura della forza dell’amore e della passione, perché l’amore rappresenta comunque un potere, un potere forte, aggregante”.

Incontro con Gilberto Gil e Massimo Cirri in Biblioteca a Fabriano

Solo Tour

E con quello stesso amore Gilberto Gil si è concesso al pubblico del Gentile con il suo “Solo Tour” offrendo un viaggio nella storia musicale del suo Paese. Un viaggio accompagnato da quella saudade che mai manca nell'animo brasiliano, ma anche leggero e a tratti divertente. La magia delle note, le diverse sonorità mescolate con le proprie tradizioni, hanno incantato il pubblico fabrianese. La bossa nova ha fatto da filo conduttore al concerto 'Solo Tour 2014' e la voce non ha tradito il grande artista brasiliano con le dita sempre pronte a ballare il samba sulla chitarra. Gil ha ripercorso la sua ricca e lunga storia riproponendo la sua musica in una straordinaria versione intimista. “Siamo solo io, mia moglie e la mia chitarra - ha detto Gil - la sera da solo sul palco di giorno in giro con Flora a fare il turista. Musica e relax così è nato questo tour.”

concerto di Gilberto Gil conclude Residenza d'Artista di Fabriano Creativa

 Solo Tour 2014 segue l’uscita dell’album “Gilbertos Sambas” uscito nel maggio scorso in cui Gilberto Gil rende omaggio al maestro Joao Gilberto in modo minimalista, il tutto reso più prezioso dalla presenza del figlio Ben e di Moreno Veloso figlio dell’amico di sempre Caetano. Fabriano Città Creativa ha avuto dunque il privilegio di ascoltare un intellettuale, un artista figlio di una cultura che non conosce confini, ambasciatore di quella purezza di cui tutti abbiamo bisogno.

Gilberto Gil aveva 2 anni quando la mamma gli chiese scherzando: “che ne sarà di te quando crescerai, che cosa vorrai fare da grande?” e lui già a quella età rispose: “voglio essere musicista. Ho avuto la fortuna di fare questo mestiere. E’ quello che più mi piace fare nella vita: suonare la chitarra e cantare.”Il concerto è finito, il teatro lentamente si svuota, la luce si spegne con la certezza di aver replicas de relojes suizos condiviso emozioni autentiche, vere, intense che ci renderanno migliori.

Dal 28/10/2014